Di Maio “spegne” Radio Padania: bloccata la trasmissione nazionale dell’emittente della Lega


radioIl nuovo scontro tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini ha come oggetto Radio Padania. Con una lettera inviata dal ministero guidato dal leader del M5s, è stato imposto alla nota radio leghista di interrompere le trasmissioni su tutto il territorio nazionale attraverso il circuito Eurodab (le radio digitali). Se non lo farà entro sette giorni rischia di perdere anche il segnale analogico tradizionale, che diffonde le trasmissioni dell’emittente a livello locale. L’ultimatum arriva dal ministero delle Attività Produttive (che gestisce le frequenze radiotelevisive), che mette in copia anche l’Agcom e sottolinea come Radio Padania non operi in modo legittimo sulla rete. “Si invita codesta società – si legge nel messaggio firmato dal dirigente Giovanni Gagliano e indirizzato alla società cooperativa Radio Padania – a sospendere immediatamente la trasmissione dei propri contenuti al Consorzio Eurodab (autorizzato, in ambito nazionale, a trasmettere con la tecnica del digitale, ndr) e si comunica che, in caso di reiterata violazione, questo ministero procederà all’avvio del procedimento di revoca dell’autorizzazione rilasciata alla Radio Padania Libera il 28 agosto 2018″.

Eurodab è il consorzio che capta i segnali radiofonici e in digitale li trasmette sul territorio nazionale. Radio Padania però avrebbe una licenza che le permette di trasmettere i suoi contenuti esclusivamente in ambito locale. Secondo quanto riporta Repubblica, appoggiarsi a Eurodab senza avere il permesso per farlo è stato un modo per far campagna elettorale a vasto raggio come sostiene il ministero guidato da Luigi Di Maio. Ad esempio mandando in onda – per citare il palinsesto di due giorni fa – le interviste al tesoriere leghista Giulio Centemero e al commercialista bergamasco Alberto Di Rubba. Entrambi fedeli al leader Matteo Salvini.