Umberto Bossi, i medici: “Condizioni stabili, il Senatùr è reattivo”


Arrivano rassicurazioni dai medici dell’ospedale Circolo di Varese, dove il fondatore e storico leader della Lega, Umberto Bossi, è ricoverato da ieri. Bossi è “stabile e reattivo”, fa sapere il direttore sanitario. Ieri il Senatùr è stato ricoverato in seguito a un malore accusato all’interno della sua casa. Dopo il malore, Bossi è caduto a terra, sbattendo la testa. A offrire garanzie sulle condizioni di Bossi è stato, questa mattina, anche il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana: “Posso dire che dalle ultime notizie sta meglio, sicuramente si è scongiurato quello che ieri si temeva, cioè che potesse essere un’emorragia cerebrale. Non c’è stato nessun tipo di danno neurologico”. Secondo quanto riferito da Fontana, “pare che si sia trattato di una crisi determinata dalle alterazioni di alcuni valori del sangue, forse causate da alcune medicine che prende. Questo è quello che hanno detto i medici, quindi bene”. Il presidente della Regione Lombardia è stato in ospedale, dove ha “incontrato moglie e figli, mi sembravano molto sereni”. In ospedale, a Varese, è arrivato anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ed esponente di spicco della Lega, Giancarlo Giorgetti: “Sono venuto a trovarlo e basta”, dichiara.

Per Bossi sono in programma ulteriori accertamenti diagnostici “di tipo neurologico per completare la diagnosi”, fa sapere ancora il direttore sanitario dell’Asst dei Sette Laghi, Lorenzo Maffioli: “Dopo gli accertamenti condotti in pronto soccorso, da ieri sera Umberto Bossi è ricoverato nella rianimazione dell’ospedale di Circolo di Varese. Il paziente è monitorato costantemente, è stabile ed è reattivo. Sono comunque in programma ulteriori accertamenti diagnostici di tipo neurologico per completare la diagnosi”. Insieme al direttore sanitario c’era anche il figlio dell’ex segretario della Lega, Renzo Bossi.