Nave Diciotti, Matteo Salvini: “I 29 bambini possono scendere adesso, Ue vigliacca”


“Leggevo che la Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo contro ignoti per sequestro di persona. Non sono un ignoto, mi chiamo Matteo Salvini, giornalista in aspettativa, faccio il ministro degl Interni e mi sono stancato dei taxisti del mare, dei finti profughi, dei trafficanti di esseri umani. Se qualcuno vuole indagarmi lo faccia. Ho le spalle larghe, e ho il sostegno della stragrande maggioranza degli italiani, e degli immigrati che stanno in Italia in modo regolare. Ho il mandato preciso di difendere i confini di questo Paese, di occuparsi della sicurezza. Se bloccare una, due, tre, quattro o cinque navi mi comporta accuse e processi, ci sono. Lo sanno i fenomeni, i Saviano e le Asia Argento, che dicono ‘aprite i porti’ che ci sono scafisti che si arricchisono illegalmente? Bisogna che in Italia qualcuno si svegli. Roberto Fico, faccia il lavoro per cui è pagato. A volte ho il dubbio che la carica del presidente della Camera non sia un ruolo molto fortunato…penso alla Boldrini, e a Bertinotti”. Lo dice il ministro degli Interni in un video sula sua pagina Facebook.

Sul caso della nave Diciotti, che attende ormai da due giorni, con 177 migranti a bordo a cui viene ancora adesso impedito di scendere, il vicepremier leghista dice: “Sulla nave Diciotti ci sono 29 bambini? Loro scendano, faccio un passo oltre”.


Mentre il ministro degli Interni Matteo Salvini è collegato durante la diretta compare nell’inquadratura la figlioletta, a cui il ministro leghista rivolge un sorriso affettuoso, mentre si difende dalle accuse di razzismo. “Le bufale in diretta tv nazionale dalla mattina alla sera, sulla Rai e sulle private, per fortuna che esiste la Rete. Ci sono notizie vere e false, ma voi siete in grado di capire e avete il telecomando. Ho trovato gente stupenda in giro per l’Italia, e per questo ci tengo a parlare direttamennte con voi. 700mila sbarcati in 4 anni, 130mila domande di asilo politico da esaminare, dimostrano che l’Italia  è uno dei Paesi meno razzista che esista. E’ arrivato il momento di tagliare. E io faccio tutto questo nel rispetto dei 5 milioni di italiani che vivono in povertà”.

“Ora ho visto che il segretario del Pd Martina è a Catania per la nave Diciotti. Mi fanno tenerezza gli elettori del Pd. Se in Europa qualcuno è sveglio lo dimostri, in Italia abbiamo già dato”.