Matteo Salvini: “A fine carriera mi piacerebbe fare il sindaco di Milano”


Matteo Salvini potrebbe diventare sindaco di Milano. Non ora, certamente, ma in futuro forse si, perché il leader leghista e attuale ministro degli Interni ha annunciato di volersi candidare, “a fine carriera”, ha specificato, come sindaco del capoluogo lombardo. Così ha risposto il vicepresidente del Consiglio a chi oggi gli ha chiesto, al termine dell’incontro con Virginia Raggi, se si candiderebbe mai come primo cittadino della Capitale. “A Roma? Io sono di Milano cosa c’entro con il sindaco di Roma. Sarebbe irrispettoso nei confronti dei romani perché dovrebbero votare un milanese. Mi piacerebbe a fine carriera fare il sindaco della mia città”.
“Ma ci sarà un romano che possa fare il  sindaco di Roma, spero che la Raggi lo faccia bene e per tanto tempo. Però da autonomista, a Milano si dice ‘il pasticcere faccia il pasticcere’, quindi se uno è di Milano tendenzialmente fa il sindaco a Milano, tendenzialmente”, ha aggiunto Salvini. Con la sindaca Raggi Salvini ha affrontato il tema dei campi rom presenti nella Capitale e in particolare la vicenda del Camping River, il cui sgombero è stato sospeso dalla Corte Europea per i Diritti dell’Uomo. “Sono qui da due mesi, ma il tema di stare vicini agli enti locali credo di averlo affrontato. Ho incontrato prima il sindaco di Roma di quello di Milano, so che mi verrà ricordato. Comunque incontrerò a breve anche il mio primo cittadino”, ha concluso Salvini al termine del vertice con Raggi.