Gianpiero Zinzi contro Luigi ed Armando Cesaro, è scontro durissimo in Forza Italia


È scontro tra due pezzi grossi di Forza Italia in Campania. Il coordinatore regionale dei berlusconiani Domenico De Siano ha revocato in maniera improvvisa senza dare alcuna motivazione l’incarico di responsabile del partito a Caserta a Gianpiero Zinzi e quest’ultimo, che ha letto la notizia dai giornali in quanto nessuno lo aveva preventivamente avvisato, ha subito accusato Luigi ed Armando Cesaro di essere i veri registi dell’operazione. Il nuovo commissario è Giorgio Magliocca, avvocato, 43 anni, sindaco di Pignataro Maggiore e presidente della Provincia.

Per Zinzi è il secondo schiaffo in appena tre mesi, visto che lo scorso febbraio si era trovato depennato dalle liste per la Camera dei Deputati all’ultimo secondo, dopo aver anche firmato la candidatura. In quell’occasione, da possibile capolista si era ritrovato fuori dai giochi ed il suo posto era stato assegnato a Carlo Sarro, un senatore di lungo corso in passato molto vicino a Nicola Cosentino.
Il duello tra i due giovani rampanti di Forza Italia in Campania va avanti ormai da anni, quando i due si trovavano su sponde contrapposte nelle lotte politiche universitarie. Entrambi figli d’arte (il papà di Gianpiero è l’ex sottosegretario alla Salute Domenico; il papà di Armando è il deputato ed ex presidente della Provincia di Napoli Luigi) i due non si sono mai sopportati. Nonostante Gianpiero sia ormai diventato l’uomo forte del partito a Caserta, Armando, che è capogruppo in Consiglio Regionale, riesce comunque a far sentire tutta la sua influenza politica.


Attualmente il gruppo è composto da sei consiglieri: oltre a Cesaro e Zinzi ci sono Flora Beneduce, Maria Grazia Di Scala, Monica Paolino ed Ermanno Russo che si tengono alla larga dalla disputa tra i due giovani esponenti politici (entrambi hanno meno di quarant’anni) anche perché, si sa, in Forza Italia Campania mettersi contro i Cesaro è stata sempre una scelta controproducente. Nei prossimi giorni Zinzi terrà una conferenza stampa per discutere di quanto sta accadendo nel partito: l’impressione è che voleranno gli stracci e che la guerra nel partito sia appena iniziata.