Berlusconi: “Condivido il disgusto verso i politici di chi vota M5s”


Il messaggio inviato da Silvio Berlusconi ai suoi probabili alleati in vista delle prossime elezioni politiche è chiaro: “Vincono le idee moderate e i valori del Partito Popolare europeo”, dice rivolgendosi durante un’intervista al Tg1 a Matteo Salvini, leader della Lega Nord, e a Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia. “Anche gli ultimi risultati in Sicilia hanno dimostrato che siamo una coalizione che vince perché vincono le idee moderate, cattoliche, liberali: sono le idee e i valori le del Ppe”, afferma il leader di Forza Italia ribadendo di essere “in campo con grande fiducia nel futuro” proprio per un’affermazione di queste idee.

Berlusconi rivolge poi la sua attenzione al MoVimento 5 Stelle e ai suoi elettori: “Chi vota M5s esprime un disgusto, una delusione e una rabbia verso questi politici e questa politica, io questa cosa la capisco perfettamente e la condivido anche. Io stesso sono sceso in campo nel ’94 per non mandare al governo i comunisti e per cambiare la politica”. A questi cittadini per i quali dice di avere un “grande rispetto” fa una domanda:


È possibile affidare la guida del Paese a chi non ha mai amministrato neppure un condominio? Sarebbe la rovina del nostro Paese e noi siamo l’alternativa a questa rovina.

Infine, il leader forzista si sofferma sulla manovra economica varata dal governo: “Sono dispiaciuto di vedere ancora l’Italia messa sotto accusa dall’Ue, ma è la conseguenza del modo di governare della sinistra, per la quale l’Europa è importante solo quando conviene. Ora fanno una manovra con regalie per aumentare i loro consensi elettorali ma che non favorisce la crescita che, lo ricordo, è molto sotto la media europea”.