Pd e tessere, denuncia di una sezione torinese: “Col Congresso triplicate all’improvviso”


Continua la polemica tutta interna al Partito Democratico sul tesseramento degli iscritti che, dopo la convocazione del Congresso che dovrà eleggere il nuovo segretario a seguito delle dimissioni di Matteo Renzi, sembra abbia avuto un’accelerazione anomala. Da giorni infatti da più parti vengono lanciati allarmi  di tesseramenti quantomeno inconsueti, sia al nord che al Sud, dando spazio a dubbi e anche accuse di irregolarità. L’ultimo segnale in ordine di tempo che va in questo senso arriva da Torino e in particolare da Mirafiori.

A lanciarlo è stato lo storico segretario prima di Pci e poi Ds a Mirafiori sud e militante di lungo corso del Pd, Rocco Murdocca, che attraverso il suo account facebook denuncia addirittura la triplicazione delle tessere nella sua sezione. “È stupefacente!!! Gli iscritti al Pd a Mirafiori Sud sono quasi triplicati rispetto il 2015″ scrive infatti Murdocca, aggiungendo: “I casi sono due: c’è una nuova conversione sulla ‘Strada comunale di Mirafiori’, oppure siamo alle solite: arrivano le truppe cammellate”.


“Ieri ho chiesto all’addetto al tesseramento del nostro circolo, Giuseppe Bocciardi, quanti erano gli iscritti.  Mi ha risposto che sono circa 160. A gennaio e per tutto il 2016 erano circa 60. Sono più o meno questi i numeri di Mirafiori. Ora sono quasi triplicati” ha poi spiegato Murdocca, rivelando: “Negli ultimi giorni mi hanno raccontato di gente che porta persone a iscriversi. Fanno la tessera e escono. Si capisce che del partito capiscono poco e nulla”.