Leopolda come bordello con Renzi e Boschi nudi, nuova bufera per un post dell’Anpi


Sui social è circolato un post, che poi è stato rimosso, attribuito al presidente provinciale dell’Anpi di Ferrara Marco Ascanelli dove si accusa il governo di distruggere l’associazione. A pubblicare il tweet è stata Alessia Morani del Pd che ha commentato: “Questo è il post del presidente dell’Anpi di Ferrara. Stanno distruggendo l’associazione. Basta”. Il fotomontaggio riproduce un tariffario di una casa di tolleranza, “la casa di piacere Leopolda”, con il premier Matteo Renzi e la ministra Maria Elena Boschi nudi. Si va dai 100.000 euro per un imbroglio alla buona ai 199.000 per un imbroglio doppio, 300.000 per una mazzetta alla mezza, e 599.000 per mazzetta intera. Poi ci sono “agevolazioni per il giovanotto di primo pelo”. Il nuovo “incidente” fra Pd e l’Associazione nazionale partigiani arriva dopo il caso della senatrice Laura Puppato. Da parte sua il presidente provinciale dell’Anpi di Ferrara ha detto di non aver pubblicato personalmente quella vignetta e ha cancellato tutto. “Non sono io ad aver fatto quel post- ha detto Ascanelli all’agenzia Dire-. È già da due, tre ore che non sono su Facebook. Probabile che qualcuno abbia messo delle cose di nascosto. Tant’è che l’ho vista solo perché mi sono arrivati dei commenti e ho scritto subito che l’avrei rimossa”.

continua su: http://www.fanpage.it/leopolda-come-bordello-con-renzi-e-boschi-nudi-nuova-bufera-per-un-post-dell-anpi/
http://www.fanpage.it/